Menù

Links:

Informazioni sulla trasparenza

JAZZ AL PICCOLO: ORCHESTRA SENZA CONFINI – XIV edizione

Dicembre 2011 – Aprile 2012
Teatro Studio, Teatro Strehler

Organizzato da Associazione Culturale Musica Oggi e dal Piccolo Teatro – Teatro d’Europa
CIVICA JAZZ BAND
Solisti: Emilio Soana (tromba), Roberto Rossi (trombone), Giulio Visibelli (sassofoni e flauto), Marco Vaggi e Lucio Terzano (contrabbasso), Tony Arco (batteria) e gli studenti dei Civici Corsi di Jazz della Civica Scuola di Musica di Milano
Direttore musicale: Enrico Intra
Direttore artistico: Maurizio Franco

PROGRAMMA

7 dicembre 2011 – ore 11, Teatro Strehler
GOSPEL – IL SACRO NELLA MUSICA AFROAMERICANA
solista ospite JOYCE YUILLE voce
direttore ENRICO INTRA
con il Coro Gospel dei Civici Corsi di Jazz
diretto da Giorgio Ubaldi

23 gennaio 2012 – ore 21, Teatro Strehler
OMAGGIO A NUNZIO ROTONDO
solisti ospiti ENRICO RAVA tromba
direttori: MASSIMO NUNZI ed ENRICO INTRA

20 febbraio 2012 – ore 21, Teatro Strehler
URAGANO ELIS – OMAGGIO A ELIS REGINA
solista ospite BARBARA CASINI voce
direttore PAOLO SILVESTRI

5 marzo 2012 – ore 21, Teatro Strehler
ITALIAN “YOUNG” JAZZ GRAFFITI
Solisti ospiti: Luca Aquino, Alice Ricciardi,
Carla Marciano, Mauro Ottolini, Cesare Carbonini,
Luca Perciballi, Michele Francesconi
direttori ROBERTO BONATI e ENRICO INTRA

2 aprile 2012 – ore 21, Teatro Studio
IL MONDO MUSICALE DI
GEORGE GRUNTZ
Solista ospite FRANCO AMBROSETTI tromba
direttore GEORGE GRUNTZ

Introduzione ai concerti a cura di Maurizio Franco
RELAZIONE ARTISTICA

Giunge alla quattordicesima edizione una rassegna unica nel suo genere, che propone un’orchestra nata in seno a una prestigiosa scuola di jazz e diventata un’importante realtà nazionale, impegnata in programmi originali, quasi tutti in prima esecuzione assoluta. Una band che si configura come una grande palestra di avviamento professionale per gli studenti dei Civici Corsi di Jazz, guidata da un direttore, pianista e compositore di livello internazionale quale Enrico Intra. L’impostazione della nuova edizione non cambia lo schema della rassegna così come è stato costruito sin dalla sua prima stagione, proponendo lo sguardo alla contemporaneità, ma anche la rilettura di pagine storiche, l’attenzione verso i giovani musicisti e lo sguardo all’opera di artisti di rilievo della storia americana, italiana o europea del jazz. Confermata la linea degli emergenti per Italian Jazz Graffiti, che ha lo scopo di promuovere le nuove realtà del jazz nazionale, ci sarà un’apertura legata al sacro nella musica afroamericana, costituito dal Gospel e da celebri pagine jazz di impostazione spirituale, come quelle di Duke Ellington. Ospite del concerto sarà un’artista afroamericana da anni residente a Milano: Joyce Yuille. Ci saranno poi tre omaggi: quello abituale de “il mondo musicale di…” avrà come protagonista lo svizzero George Gruntz, la cui orchestra euroamericana è stata una delle più significative big band nella storia continentale del jazz; un appuntamento arricchito dalla presenza di un suo partner storico, il trombettista svizzero Franco Ambrosetti. Un ricordo particolare sarà poi tributato a Nunzio Rotondo, due anni dopo la scomparsa del celebre trombettista, con solista d’eccezione Enrico Rava. Infine, ci sarà il tributo a Elis Regina, la formidabile interprete brasiliana scomparsa a soli trentasei anni. Un progetto arrangiato da Paolo Silvestri e con protagonista una specialista di questo mondo musicale: Barbara Casini. La rassegna cura la formazione del pubblico attraverso agili guide all’ascolto che integrano il concerto e mantiene una politica di prezzi che favorisce la partecipazione anche dei giovani e degli anziani.

Write a comment

You need to login to post comments!

Cerca nel sito

Progetti I-jazz

Novità Associative

Archivio