Menù

Links:

Informazioni sulla trasparenza

Seminari Estivi di Siena Jazz 41ª Edizione dei Corsi Internazionali di Perfezionamento 24 luglio – 7 agosto 2011

La nuova organizzazione dei corsi estivi internazionali della Fondazione Siena Jazz sta rappresentando un momento storico per la nostra istituzione che si aggiunge alla novità dei corsi biennali di Alta Formazione recentemente attivati e denominati “InJaM – International Jazz Master in Tecniche dell’improvvisazione”. I nuovi “Seminari estivi di Siena Jazz” si svolgono, come l’InJaM, con l’utilizzo di docenti metà italiani e metà esteri, con una formula didattica riservata ai musicisti più esperti, praticamente riconducibile a quelli che in passato erano i nostri migliori secondi livelli ed i terzi livelli.
Il numero degli allievi è stato praticamente dimezzato, riservandolo a massimo 120 musicisti già in grado di suonare in gruppo.
In questo modo possiamo seguire gli allievi in maniera più approfondita, con un il numero di materie ridotto e potenziando la qualità e quantità di quelle scelte per il perfezionamento.
Abbiamo voluto creare dei Master intensivi che fossero leader nel settore, in linea con il livello mondiale dei recenti Master internazionali invernali organizzati da Siena Jazz.
Questo per valorizzare lo scenario della didattica dell’Alta Formazione italiana nel mondo aderendo alla vocazione d’eccellenza perseguita in questi anni dalla Fondazione Siena Jazz.
Abbiamo quindi deciso di concentrare la didattica soprattutto sullo Strumento e sulla Musica d’insieme, con Storia del Jazz e Analisi delle forme come uniche materie teoriche presenti, impostandole ed arricchendole con finalità pratiche immediatamente utilizzabili nelle lezioni di Musica d’insieme.
I giovani quindi frequenteranno giornalmente, per i primi sei giorni di corso, due lezioni di strumento con due docenti diversi (uno italiano e l’altro estero) e due lezioni di Musica d’insieme, anch’esse con due docenti diversi (sempre uno italiano e l‘altro estero) oltre alle lezioni di Storia del Jazz.
Lo stesso accadrà nei secondi sei giorni di corso in modo che complessivamente ogni allievo riceverà stimoli ed informazioni da quattro docenti per lo strumento e da quattro docenti per la musica d’insieme.
Le lezioni di Analisi delle Forme in questa seconda parte dei corsi prendono il posto di quelle di Storia del Jazz.

Write a comment

You need to login to post comments!

Cerca nel sito

Progetti I-jazz

Novità Associative

Archivio