Menù

Links:

Informazioni sulla trasparenza

Casa del Jazz – Roma, 19 aprile: Incontro Nazionale “Le ragioni del jazz”, ore 15 – “Dutch Jazz Showcase”, ore 21

A 2 anni dalla costituzione della Associazione Nazionale I-Jazz e nel quadro delle giornate per i 5 anni di attività de La Casa del Jazz, una riflessione sulle proposte per dare vita a forti attività concertistiche e formative di jazz in Italia. Interverranno all’incontro direttori artistici, organizzatori, rappresentanti istituzionali ed artisti. Oltre all’analisi della situazione italiana è previsto un confronto con le istituzioni europee d’Olanda e Germania ed un focus sulla Legge Quadro per lo Spettacolo dal Vivo attualmente in discussione in Parlamento.
Nel corso della serata del 19 aprile, alle ore 21.00, si esibiranno tre gruppi jazz olandesi di altissimo livello: State of Monc, Simin Tander e Peter Beets Trio ft. Saskia Laroo, in collaborazione con l’Ambasciata del Regno dei Paesi Bassi e Buma Cultuur.
Da sempre vi è stato un grande interesse in Italia per la musica jazz e improvvisata proveniente dai Paesi Bassi. Ancora oggi sono molto richiesti gruppi storici come l’Instant Composer’s Pool di Micha Mengelberg e il Willem Breuker Kollektief (in programma a Novara Jazz il 5 giugno) e si esibiscono regolarmente in tournée musicisti come Han Bennink, Ernst Reijseger e Ab Baars.
La musica jazz olandese si distingue per una scena vitale, spesso sorprendente e molto variegata dal punto di vista stilistico. Dopo il constante successo di molti jazzisti olandesi in paesi confinanti come la Germania, il Belgio e la Francia e una serie di iniziative olandesi in Italia, la Casa del Jazz si tinge di arancione il 19 aprile prossimo con uno showcase di tre gruppi, che rappresentano stili ben diversi:
Gli State of Monc danno una risposta convincente alla domanda dove sta andando il jazz. Questo sestetto olandese formatosi intorno ad Arthur Flink e Hielke Praagman, mescola un suono elettronico con il jazz puro su strumenti acustici, con una facilità quasi ingannevole. Il risultato è una musica con l’intelligenza e l’anima del jazz e l’energia della dance.
La giovane contante Simin Tander, tedesca di origine afghana, racconta storie anche senza parole. L’improvvisazione gioca un ruolo fondamentale nei suoi brani, come l’impulsività e la spontaneità. Se è esibita al North Sea Jazz Festival, al Women in Jazz Festival Halle, Jazzahead e a maggio sarà sul palco di Catania Jazz.
Nel 1996 il pianista Peter Beets ha registrato un album straordinario in trio chiamato “First Date”, con il batterista Jeff Hamilton. Dopodiché Peter è divenuto un pianista molto richiesto nei Paesi Bassi e all’estero. Ha accompagnato tra l’altro Deborah Brown, Dee Daniels e Rita Reys. È stato in tour in vari paesi europei, nonché in Giappone e negli Stati Uniti. Per l’occasione il suo trio sarà affiancato da Saskia Laroo, trombettista versatile, che unisce con grande facilità vari stili come hip-hop, jazz, salsa, reggae funk, e world.
Per maggiori informazioni contattare:
Bas Ernst
Ambasciata del Regno dei Paesi Bassi
Sezione Istruzione e Affari Culturali
Via Michele Mercati 8 – 00197 Roma
Tel. +39 06 32286225
www.olanda.it
Programma
lunedì 19 aprile ore 15
i-jazz e Casa del Jazz presentano
“Le ragioni del jazz”
Incontro nazionale di associazioni, istituzioni, festival, operatori e musicisti
Ingresso libero fino ad esaurimento posti
lunedì 19 aprile ore 21
State of Monc
Arthur Flink  tromba
Hielke Praagman elettronica
Frans Heemskerk tastiere
Ben van den Dungen sax tenore
Milan Bonger sax alto & soprano
Robin Koerts basso elettrico
Tuur Moens batteria
Rob Kamer tecnica
Simin Tander Quartet
Simin Tander voce
Jeroen van Vliet pianoforte
Cord Heineking contrabbasso
Etienne Nillesen batteria
Peter Beets Trio featuring Saskia Laroo
Peter Beets  pianoforte
Marius Beets contrabbasso
Gijs Dijkhuizen batteria
Saskia Laroo tromba
In collaborazione con l’Ambasciata del Regno dei Paesi Bassi e Buma Cultuur
Ingresso libero fino ad esaurimento posti

Write a comment

You need to login to post comments!

Cerca nel sito

Progetti I-jazz

Novità Associative

Archivio