Menù

Links:

Informazioni sulla trasparenza

FONDAZIONE SIENA JAZZ – Il futuro del jazz passa da Siena

Dal 12 al 14 novembre si incontrano a Siena le maggiori istituzioni jazzistiche mondiali
Ospiti il Berklee Global Jazz Institute e il Conservatorio Superiore di Parigi
Due giorni a Siena per fondare la rete didattica del jazz internazionale: da giovedì 12 a sabato 14 novembre si svolge alla Fondazione Siena Jazz l’incontro fra tre prestigiose istituzioni jazzistiche mondiali.
Saranno presenti i dirigenti del Berklee Global Jazz Institute del Berklee College e con loro il Direttore del Dipartimento di Jazz del Conservatorio Superiore di Parigi. Per la Fondazione Siena Jazz sarà presente il presidente Franco Caroni.
In questi due intensi giorni verrà esaminata la proposta della Berklee di istituire una rete internazionale fra le più importanti istituzioni mondiali dell’Alta Formazione per lo studio della musica jazz. Il futuro del jazz, e di tanti giovani musicisti passa dunque anche da Siena: l’obiettivo è infatti quello di istituire scambi internazionali paritari di studenti e docenti per lo svolgimento di lezioni, laboratori, concerti e produzioni.
Il Conservatorio Superiore di Parigi sarà rappresentato dal direttore, il grande bassista Riccardo Del Fra, il Berklee Global Jazz Institute dai suoi dirigenti, il flautista Matt Marvuglio, il sassofonista Marco Pignataro e il celebre pianista Danilo Perez, qui nelle vesti di Direttore artistico della prestigiosa istituzione americana.
A questo incontro seguirà un successivo coinvolgimento di altre istituzioni americane ed europee per completare questo importante disegno didattico che, al momento, vede partecipe la Fondazione Siena Jazz come unica istituzione privata.
L’obiettivo è di arrivare attraverso un sistema di scambi internazionali paritari alla valorizzazione artistica dei docenti e all’avviamento delle carriere degli allievi, creando loro occasioni d’incontro che ne premino il merito, la creatività e la professionalità.
“Si tratta di un’ulteriore dimostrazione – afferma il presidente Franco Caroni – della posizione di consolidata importanza raggiunta dalla Fondazione Siena Jazz nel ristretto ambito delle più prestigiose strutture didattiche d’eccellenza del mondo della musica jazz, e di un passo ulteriore nel continuo perfezionamento dei sistemi di insegnamento della nostra Fondazione. Nell’ambito della didattica Siena Jazz si conferma punto di riferimento non solo per il nostro paese ma al massimo livello globale. Un ulteriore contributo all’immagine della nostra città come centro di alta formazione in tutti i settori culturali”.

Dal 12 al 14 novembre si incontrano a Siena le maggiori istituzioni jazzistiche mondiali

Ospiti il Berklee Global Jazz Institute e il Conservatorio Superiore di Parigi
Due giorni a Siena per fondare la rete didattica del jazz internazionale: da giovedì 12 a sabato 14 novembre si svolge alla Fondazione Siena Jazz l’incontro fra tre prestigiose istituzioni jazzistiche mondiali.

Saranno presenti i dirigenti del Berklee Global Jazz Institute del Berklee College e con loro il Direttore del Dipartimento di Jazz del Conservatorio Superiore di Parigi. Per la Fondazione Siena Jazz sarà presente il presidente Franco Caroni.

In questi due intensi giorni verrà esaminata la proposta della Berklee di istituire una rete internazionale fra le più importanti istituzioni mondiali dell’Alta Formazione per lo studio della musica jazz. Il futuro del jazz, e di tanti giovani musicisti passa dunque anche da Siena: l’obiettivo è infatti quello di istituire scambi internazionali paritari di studenti e docenti per lo svolgimento di lezioni, laboratori, concerti e produzioni.

Il Conservatorio Superiore di Parigi sarà rappresentato dal direttore, il grande bassista Riccardo Del Fra, il Berklee Global Jazz Institute dai suoi dirigenti, il flautista Matt Marvuglio, il sassofonista Marco Pignataro e il celebre pianista Danilo Perez, qui nelle vesti di Direttore artistico della prestigiosa istituzione americana.

A questo incontro seguirà un successivo coinvolgimento di altre istituzioni americane ed europee per completare questo importante disegno didattico che, al momento, vede partecipe la Fondazione Siena Jazz come unica istituzione privata.

L’obiettivo è di arrivare attraverso un sistema di scambi internazionali paritari alla valorizzazione artistica dei docenti e all’avviamento delle carriere degli allievi, creando loro occasioni d’incontro che ne premino il merito, la creatività e la professionalità.

“Si tratta di un’ulteriore dimostrazione – afferma il presidente Franco Caroni – della posizione di consolidata importanza raggiunta dalla Fondazione Siena Jazz nel ristretto ambito delle più prestigiose strutture didattiche d’eccellenza del mondo della musica jazz, e di un passo ulteriore nel continuo perfezionamento dei sistemi di insegnamento della nostra Fondazione. Nell’ambito della didattica Siena Jazz si conferma punto di riferimento non solo per il nostro paese ma al massimo livello globale. Un ulteriore contributo all’immagine della nostra città come centro di alta formazione in tutti i settori culturali”.

Write a comment

You need to login to post comments!

Cerca nel sito

Progetti I-jazz

Novità Associative

Archivio