Menù

Links:

Informazioni sulla trasparenza

Ultimi 3 appuntamenti IL VOLO DEL JAZZ

Harvey MasonProsegue al Teatro Zancanaro di Sacile “Il Volo del Jazz” con gli ultimi tre concerti irrinunciabili, che raccontano il jazz e le sue molteplici commistioni a diverse latitudini: l’impeccabile swing del Chihiro Yamanaka European Trio, il leggendario batterista statunitense Harvey Mason e la nuova grande voce dell’Africa Dobet Gnahorè. A chiudere la rassegna i giovani talenti della Flight Big Band.

Sacile (PN) – Prosegue al Teatro Zancanaro di Sacile (PN) la decima edizione del Volo del Jazz, la proposta culturale firmata Circolo Controtempo che fino al 14 dicembre proporrà altri tre imperdibili concerti all’insegna della contaminazione, firmati da indiscussi talenti di caratura internazionale: l’impeccabile swing del Chihiro Yamanaka European Trio, il leggendario batterista statunitense Harvey Mason e la nuova grande voce dell’Africa, Dobet Gnahoré. Anche quest’anno a chiudere la rassegna saranno i giovani talenti della Flight Big Band.Sul palco dello Zancanaro il 21 novembre alle 21 salirà il Chihiro Yamanaka European Trio. Leader del gruppo la pianista giapponese Chihiro Yamanaka, che ha da tempo fatto del piano trio il suo veicolo espressivo d’elezione. Tredici dischi all’attivo con la Verve Records, top jazz pianist in Giappone e acclamata negli Stati Uniti, Chihiro Yamanaka si è imposta come una tra le pianiste più importanti della scena jazz contemporanea. Nativa di Tokyo ma residente a New York, negli ultimi anni ha effettuato concerti in piano solo, in trio e con orchestra in jazz festival, teatri e arene tra i più importanti al mondo. Formatasi musicalmente tra Royal Academy of Music di Londra e Berklee College of Music di Boston, è stata vincitrice di numerosi riconoscimenti in Giappone, Europa e America. Swing, ritmo e fender rhodes sono sparsi tra le pieghe dei suoi brani, in una giostra infinita di soluzioni musicali mai scontate, sorprendenti. Il tutto condito da una tecnica pianistica invidiabile e da uno stile impeccabile. Non è un caso che sia una dei giovani musicisti più richiesti dal ghota del jazz internazionale. Recentemente ha firmato per la leggendaria Blue Note Records, il suo ultimo lavoro è “Somethin’Blue”.
Spazio quindi a una leggenda della musica, con lo straordinario batterista statunitense Harvey Mason, in calendario con il suo quartetto il 29 novembre alle 21 allo Zancanaro. Con questo concerto Il Volo del Jazz porterà in Friuli Venezia Giulia uno tra i batteristi più registrati e richiesti di tutti i tempi. Nato ad Atlantic City, New Jersey, il 22 febbraio 1947, Mason nel corso della sua lunga carriera ha lavorato con un pantheon di giganti della musica, come Ray Charles, Miles Davis, James Brown, Gerry Mulligan, Freddie Hubbard, Grover Washington, George Benson, London Symphony Orchestra, Natalie Cole, Chick Corea, Aretha Franklin, Santana ed è stato ingaggiato per le notti degli Oscar per ben venticinque volte. La sua carriera discografica ha avuto inizio durante i primi anni dell’esplosione jazz crossover della Blue Note ed è proseguita registrando e componendo con Herbie Hancock e gli Headhunters. Mason ha ricevuto sette nomination ai Grammy Awards tra cui quella per Best Contemporary Jazz Performance per l’ultimo dei suoi sei album da solista, Ratamacue. Ha realizzato più di centocinquanta colonne sonore per film, fra cui quella per “Il colore viola”.

Dalla California si volerà infine in Costa d’Avorio, con la cantante, danzatrice e percussionista Dobet Gnahoré, in concerto il 12 dicembre alle 21. Definita la “nuova grande voce dell’Africa”,Dobet interpreta le proprie composizioni in differenti lingue africane Betè, Fon, Baoulè, Lingala, Wolof, Malinkè, Mina e Bambara, oltre che in francese e in inglese, in una miscela di elementi sonori e ritmici, dalle melodie mandingue alla rumba congolese, dal ziglibiti ivoriano al bikoutsi camerunense, dall’hig-life ghanese ai cori zulu, dai canti betè ai canti pigmei centrafricani. Dispone di una voce calda e possente e di una grande presenza scenica, nutriti da anni di lavoro teatrale e coreografico. Le sue performance catturano l’attenzione fin dal primo istante unendo alla forza espressiva della voce, i movimenti della danza e le sonorità delle percussioni come la calebasse, la sanza, il balafon e altri piccoli strumenti in una suggestiva e vitale tavolozza di colori. Il suo quarto album, “Na Drê”, è uscito nel febbraio 2014.

Anche quest’anno il Circolo Culturale Controtempo in collaborazione con il Rotary Club Sacile Centenario proporrà, a chiusura della rassegna, un concerto domenicale pomeridiano a ingresso libero, in calendario il 14 dicembre alle 18 e affidato alla Flight Big Band. Il progetto Flight Big Band, alla sua terza edizione, nasce dalla volontà di dare spazio ai giovani musicisti di tutte quelle realtà scolastiche musicali che abbiano la caratteristica di promuovere un’attività permanente e continuativa sul territorio di Sacile, della Provincia e della Regione, con il coinvolgimento qualificante dei due conservatori regionali. L’obiettivo è quello di far confluire in un unico prestigioso concerto, all’interno del Volo del Jazz, l’esibizione di giovani musicisti affiancati da artisti di chiara fama, che qualifichino lo spettacolo e accrescano l’entusiasmo dei nostri promettenti musicisti locali. Nell’edizione 2014 i musicisti saranno affiancati dal maestro Juri Dal Dan al piano e da Oscar Varnier alla batteria e proporranno musiche dal repertorio Funky Jazz.

Per Info:

Circolo Culturale Controtempo

T +39 328 6247734 / +39 347 4421717 / +39 339 8109255

www.controtempo.org

Cerca nel sito

Progetti I-jazz

Novità Associative

Archivio