Menù

Links:

Informazioni sulla trasparenza

SüDTIROL JAZZFESTIVAL ALTO ADIGE

Chick CoreaUn Festival “francese” con tante sorprese

Già la straordinaria serata d’apertura, in programma venerdì 27 giugno e intitolata “Une nuit française”, ha tutte le carte in regola per entrare negli annali del Festival. A questo primo appuntamento e fino a domenica 6 luglio ne seguiranno tantissimi altri in città e in periferia, a valle e in montagna, addirittura su una parete rocciosa: ma andiamo con ordine.

Venerdì 27 giugno, si alzerà il sipario sull’edizione 2014 del Südtirol Jazzfestival Alto Adige. E sul palco del Teatro Comunale di Bolzano saliranno il grande fisarmonicista 34enne Vincent Peirani e altri sette artisti altrettanto straordinari, interpreti di una musica senza barriere e ricca di sorprese per una “notte francese” destinata a restare negli annali del Festival.

Tra le tante novità di questa edizione, una ha riguardato la programmazione dei concerti, come spiega il presidente del Festival Klaus Widmann: “Quest’anno ci sono i Mondiali di calcio e nel periodo di svolgimento del Festival si giocano le partite degli ottavi e dei quarti di finale. Allora abbiamo cercato di incastrare le date dei concerti in modo da non sovrapporle alle partite, per permettere a tutti di godersi sia il grande jazz che il grande calcio”.

Tutti i numeri del Festival
Il main program del Festival, adesso scaricabile dal sito ufficiale, comprende una cinquantina di concerti ai quali bisogna aggiungere la consueta serie di eventi organizzati a margine della rassegna principale. Durante l’intera rassegna, prima degli appuntamenti serali, il Summer Lounge Bar dell’Hotel Laurin di Bolzano ospiterà ogni giorno un concerto dalle 18.30 alle 19.30; un altro momento di grande jazz è previsto in occasione del convegno all’EURAC “Culture meets Economy” mentre il 6 agosto, a distanza di un mese, le note del Jazzfestival risuoneranno ancora in un concerto organizzato in collaborazione con il Festival pianistico internazionale “Ferruccio Busoni”.

Anche l’edizione 2014 del Jazzfestival Alto Adige invaderà pacificamente l’intero territorio provinciale: i comuni che ospiteranno almeno un evento sono infatti ben 18, per un totale di 44 diverse location. Come se non bastasse, quest’anno per la prima volta il festival uscirà dai confini provinciali e lo farà in due occasioni. La prima prevede lo sbarco a Luserna/Lusern, paesino di montagna del Trentino appartenente all’isola linguistica cimbra, e la digressione geografica è legata alle commemorazioni dello scoppio della Prima guerra mondiale che in Trentino lasciò delle tracce profonde. Il secondo concerto fuori porta è invece in programma a Innsbruck.

I gruppi ospiti saranno più di 40 per un totale di 120 artisti. La nazione più rappresentata è la Francia, poi ci sono musicisti provenienti da Italia, Germania, Austria, Svizzera, Finlandia, Brasile e Indonesia. Le donne costituiscono quasi la metà degli artisti e molte di loro sono alla testa di gruppi e progetti.

Gli Highlights
Per il presidente Klaus Widmann ogni concerto è un evento importante, tuttavia ci sono due appuntamenti che più degli altri meritano di essere segnalati.
Il primo riguarda uno dei miti viventi del jazz e risponde al nome di Chick Corea, già a Bolzano nell’edizione del 1987 del Jazzfestival. Il tastierista statunitense suonerà assieme a Stanley Clarke il 6 luglio nello stabilimento battipista a Vipiteno; la prevendita è già partita e c’è già una grande richiesta di biglietti.
Il secondo evento invece testimonia il grande amore per le novità degli organizzatori del Festival: un concerto sulla parete nord del Sassolungo, quella che scende a picco per 1.000 metri. Avete capito bene: non sotto la parete, ma in parete! A rendere la musica “verticale” ci penseranno i fratelli belgi Nicolas e Olivier Favresse, due straordinari musicisti-alpinisti che daranno vita ad una spettacolare session musicale d’alta quota condita da elementi acrobatici. Lo show si chiama – non a caso – “Saslonch Suite”: ne vedremo (e sentiremo) delle belle.

I biglietti costano tra i 10 e i 25 euro (tranne il concerto di chiusura), come sempre sono previste riduzioni a vario titolo e tanti concerti saranno gratuiti.

Per informazioni e il calendario dei concerti visita www.suedtiroljazzfestival.com

Cerca nel sito

Progetti I-jazz

Novità Associative

Archivio